Carte di credito e Bancomat a New York: come pagare e prelevare

| |

Iniziamo subito con il dare un consiglio semplice quanto fondamentale: muoversi a New York senza una qualche forma di carta (di credito, bancomat o prepagata come la Postepay) è tra le scelte peggiori possibili che si possano fare per un soggiorno in questa città.

Esistono infatti molte attività che ormai evitano il contante, e il non possesso di una carta potrebbe rivelarsi davvero scomodo per la nostra vacanza a New York (il tutto senza considerare quanto avere con sé delle carte possa essere un ottimo salvagente in caso di problemi di vario tipo, come smarrimento dei contanti, furti e molto altro). Forse rischiamo di apparire esagerati, ma un viaggio dall’altra parte dell’Oceano richiede anche una buona forma di prevenzione degli imprevisti.

Torniamo così all’elemento base di questo nostro articolo: come pagare e prelevare a New York. Ma soprattutto quali sono i vantaggi di muoversi con delle carte di credito e bancomat?

Carte di credito, bancomat e prepagate in USA

come pagare a new york - carta di credito o prepagata?

Se ci si muove dall’Europa, sia che si sia in zona Euro, sia che non si provenga da tale area, sarà necessario cambiare i propri soldi con i dollari. Il cambio può avvenire sia prima del viaggio sia in loco, attraverso i moneychange che di solito sono facilmente rintracciabili nei dintorni, se non all’interno, degli aeroporti. Peccato che la procedura di cambio monetario non sia proprio il massimo, anche in virtù delle commissioni che possono essere imposte da chi effettua il cambio valuta.

Pagare con carta consente invece di pagare direttamente con la valuta del posto, con un cambio istantaneo e in base al tasso giornaliero: ciò significa che pagheremo esattamente il cambio in dollari dei nostri euro. Ciò funziona anche per il semplice prelievo di contanti: possiamo prelevare in dollari, con ovviamente delle commissioni che possono variare in base al nostro istituto bancario.

Come prelevare e pagare a New York e in America?

come pagare a new york con carta di credito

In primis bisogna verificare che il circuito di cui fa parte la nostra carta sia accettato. Solitamente non esistono problemi per quanto riguarda i circuiti MasterCard e Visa, tra i più utilizzati a livello globale.

Difficilmente vedrete rifiutare una carta appartenente a questi circuiti, ma solitamente all’ingresso dei locali sono mostrati i circuiti con cui è possibile effettuare il proprio pagamento. In genere anche American Express e Maestro sono accettati ovunque. In alcuni casi potresti avere qualche difficoltà con il circuito VPay.

Il nostro consiglio è quello di attrezzarsi con due carte diverse, che si appoggiano a differenti circuiti. In questo modo avrete più possibilità di utilizzo e maggiori garanzie in caso di smarrimenti o blocchi. Spesso le compagnie italiane bloccano temporaneamente le carte di credito o le prepagate quando viene effettuata una transazione in America, vi toccherà telefonare!

Per quanto riguarda il prelievo non serve altro che rivolgersi agli ATM, i bancomata, sparsi per la città, a volte anche negli alberghi: il consiglio è quello di evitare troppi prelievi, preferendo ritirare quantità maggiori in minori occasioni. Questo perché ogni prelievo prevede una commissione, e troppi prelievi potrebbero far perdere la convenienza di evitare un moneychange.

bancomat a new york prelevare

Negli ultimi anni si sono diffusi anche altri sistemi di pagamento, differenti dal classico utilizzo di carta con annesso pin.

Rimanendo nel mondo carte sono ormai molto diffusi i pagamenti contactless, che permettono di pagare piccole somme con la sola imposizione della nostra carta sul POS: semplice, efficace, veloce.

Non richiede pin, ma ciò non significa che dobbiamo dimenticarlo, visto che questo genere di pagamento ha dei limiti per quanto riguarda l’ammontare dell’importo, oltre i quali è previsto che l’acquirente verifichi la propria identità proprio attraverso lo stesso pin.

Senza carta

come pagare a new york carta di credito

Negli ultimi anni si sono diffusi metodi per pagare senza effettivamente utilizzare la carta, associando i nostri conti a sistemi di differente tipo, come nel caso dei metodi di pagamento con smartphone. Nel mondo di New York, città proiettata al futuro, pagare con sistemi come ApplePay è pienamente accettato, e può diventare una valida alternativa al nostro utilizzo di carte di credito e bancomat.

ApplePay e modalità di pagamento simili si basano sull’associare al nostro smartphone il nostro denaro, rendendolo così disponibile attraverso un riconoscimento operato tramite impronta digitale o altro. Rapidità e comodità sono all’ordine del giorno, racchiudendo nel nostro dispositivo tutto ciò di cui abbiamo bisogno, quindi anche la disponibilità di denaro.

Il consiglio è comunque quello di visitare la città con diverse opzioni, senza affidarsi esclusivamente ai nostri smartphone, visto che potremmo incontrare attività che non accettino queste forme di pagamento: una modesta quantità di contante, carte, prepagate e smartphone possono integrarsi nella nostra piacevole vacanza, senza necessariamente escludersi a vicenda.

E non dimenticate di tenere un bel dollaro, con il volto di George Washington, come ricordo della vostra esperienza statunitense!

Previous

Halloween a New York: Cosa fare?

Cose importanti che deve sapere un newyorkese prima di visitare l’Italia

Next

Lascia un commento